Recensione

Recensione – Un giorno, io & te – Victoria Mira

  • Autore: Victoria Mira
  • Casa editrice: Independently published
  • Genere: Romanzo rosa
  • Formato: Cartaceo/E-book
  • Prezzo: €8,01 Cartaceo/€0,99 E-book
  • Pagine: 235
  • Lingua: Italiano
  • TRAMA:
  • Elena Monti abita a Milano, ha trentatré anni e vive una vita che non le piace, una vita che suo padre ha scelto per lei e che si ritrova a subire passivamente. Anche il suo matrimonio con Sandro le è stato quasi imposto. In realtà, Elena non lo ama, anzi non ha mai amato nessuno a parte Davide, un suo amico di università con cui ha scambiato un unico, meraviglioso bacio, a Firenze, una sera di quattordici anni prima. Davide è un chirurgo e per lavoro si trasferisce a Milano, città in cui vive la sua futura moglie, Sabrina. Non ha mai dimenticato Elena e quando la incontra di nuovo, dopo tanti anni, si ritrova a provare gli stessi sentimenti che provava allora. La vita offre a entrambi la possibilità di stare insieme, ma dovranno necessariamente stravolgere le loro vite e abbandonare ogni certezza.

    ESTRATTO: “Avvicino il mio viso al suo perché voglio baciarla, anche se lei è sposata e io sono fidanzato. Non mi importa, perché non siamo persone qualsiasi, siamo Davide ed Elena. Eravamo noi al campus, siamo noi qui e saremo sempre noi ovunque, anche se non abbiamo mai avuto il modo, né il tempo per viverci. La guardo negli occhi e poi mi chino sulle sue labbra sulle quali sorrido. Inspiro al contatto, perché è come se fossi risalito a galla in questo momento dopo anni di apnea…

    RECENSIONE:

    Elena e Davide riescono a percepire l’elettricità che si crea tra loro quando sono vicini. Due adolescenti pieni di vita e di sogni nel cassetto. Ma qualcosa li allontana, e li terrà distanti per molti anni. Eppure, nonostante il tempo, nessuno dei due riesce a fare a meno di pensare all’altro. E se il destino li mettesse sulla stessa strada?

    La trama è davvero molto carina, ma alcuni particolari non sono riusciti a convincermi pienamente. In particolare il carattere di Elena, che spesso ho percepito immaturo. E il fatto che si lasci così facilmente maneggiare dagli altri. Il personaggio di Davide, invece, non mi e dispiaciuto. È un uomo colto e sicuro di sé. Ma delle volte, troppo impulsivo.

    Lo stile di scrittura è semplice e lineare, avrei forse preferito che fosse più pulito inflessioni dialettali, ma nulla di particolarmente grave. E soprattutto, una lettura per niente impegnativa.

    Una perfetta lettura estiva.


    GIUDIZIO PERSONALE: ⭐️⭐️⭐️/5

    Recensione

    Recensione “Lo straniero di Parigi” di Alice Gerini

    • Autore: Alice Gerini
    • Casa editrice: Independently published
    • Genere: Romanzo rosa
    • Formato: Cartaceo/E-book
    • Prezzo: €10,40 Cartaceo/€0,99 E-book
    • Pagine: 163
    • Lingua: Italiano

    TRAMA:

    Durante l’ultima sera di una vacanza a Parigi, la giovane americana Layla Silfrey viene derubata. Cellulare, portafogli, chiavi della stanza dell’ostello e biglietto aereo. Costretta e bloccata a Parigi, sarà il figlio dei proprietari dell’ostello, Aleksej, a prendersi cura di lei. Col passare dei giorni per Layla la città prende una forma completamente diversa, il ragazzo le farà scoprire la bellezza dell’eternità dell’arte, del clima passionevole e romantico che avvolge Parigi. Ma la città dell’amore ha piani ben diversi per Layla e Aleksej sembra nascondere un segreto… “In base alla persona con cui stai, anche il paesaggio abituale sembra diverso” Sull’autrice: Alice Gerini ha esordito nel genere rosa nel 2016 con il libro “La ragazza dei suoi sogni”, ambientato a Senigallia, sua città natale. Il mare e la musica sono le sue principali fonti di ispirazione.

    ESTRATTO:

    “Avevo la mia vita sotto controllo. Poi hai sorriso

    RECENSIONE:

    Layla, una donna giovane e carismatica in visita a Parigi con la sua migliore amica. Tutto sembra andare per il verso giusto, se non fosse che nell’ultima sera della loro vacanza viene derubata.

    Completamente sola e senza un soldi, Layla sarà costretta ad affidarsi al figlio del proprietario dello stellò in cui alloggiava. Alex, dovrà prendersi cura di lei per due settimane, fino al successo volo disponibile per l’America.

    Grazie a lui, Layla conoscerà un lato di Parigi che non era riuscita a vedere, troppo presa da se stessa. Ma se in queste due settimane, lei riuscisse a conoscere meglio anche se stessa? E cosa riuscirà a conoscere di Alex, scoprirà il suo segreto?

    Ho letto questo libro, tutto d’un fiato. La trama mi è molto piaciuta, nonostante ci fossero dei punti da rivedere. Ciò, però, non riesci comunque a distogliere l’attenzione dalla storia.

    Ho molto apprezzato la capacità dell’autrice di descrivere i lunghi. Per me, che non ho mai visitato Parigi, questo libro mi ha comunque permesso di poter vedere la città con i miei stessi occhi.

    La lettura è scorrevole, e molto piacevole. Mi sento di consigliarvi questo libro. Soprattutto perché non implica particolare impegno nella lettera.


    GIUDIZIO PERSONALE: ⭐️⭐️⭐️⭐️/5

    Recensione

    Recensione “Prejudice” di Carola Rifino

    • Autore: Carola Rifino
    • Casa editrice: Indipendently publishing
    • Genere: Contemporanery romance
    • Formato: Cartaceo/E-book
    • Prezzo: €16,50 Cartaceo/ €1,99 E-book
    • Pagine: 615
    • Lingua: Italiano

    TRAMA:

    Vincere il bando Erasmus non è certo un’opportunità da perdere per Clotilde. Nonostante tutti continuino a ripeterle di non partire, lei ha deciso: riuscirà a chiudere la sua straripante valigia e salire sull’aereo che la porterà ad Amsterdam. Cosa mai potrebbe succedere? Ha letto ogni guida turistica in circolazione, ha studiato i vocaboli base per la sopravvivenza e Mindy, la sua migliore amica dai tempi delle elementari, le ha offerto di stare da lei. Nulla può andare storto!Peccato che Mindy non le abbia parlato degli altri coinquilini, in particolare di Josh: il ragazzo insopportabile, che al momento del suo arrivo se ne sta sdraiato in boxer sul divano, con una canna tra le labbra e un’aria da sbruffone! Tra di loro è odio a prima vista. Mentre lei lo cataloga subito come un “Dongiovanni drogato”, lui la identifica come un’altra stupida principessa viziata; e di principesse Josh ne ha piene le scatole! Gli ricordano una vita che si è lasciato alle spalle, alla quale non ha intenzione di tornare. Vive ad Amsterdam con l’amica migliore che si possa desiderare, ha un lavoro che ama, i suoi allenamenti di boxe con Jereon, e Ares abita a pochi passi da lui.Una “Cenerentola” in soffitta non è certo nei suoi piani! Ma un pomeriggio tutto cambia. Una tisana allo zenzero e un gesto inaspettato, fanno sorgere mille dubbi nella testa di Josh.Se si fosse sbagliato? Se Clotilde non fosse una ragazzina capricciosa?In fondo la prima impressione non è sempre quella giusta!

    ESTRATTO: «Cosa vuoi da me in realtà?» mi spiazzò, fissandomi. – Già Josh, cosa vuoi?! – Volevo baciarla, Cristo, non desideravo altro che prendere il suo viso tra le mani, sfiorarle quelle labbra rosate e perdermi in lei; ma contemporaneamente volevo togliermela dalla testa, alzarmi l’indomani con il mio cervello di nuovo funzionante. Volevo…«Tutto e niente» risposi, totalmente sincero, avvicinandomi lentamente verso le sue labbra. Forse la verità era tutt’altra… forse quello che realmente desideravo era fondere il tutto e il niente; volevo che lei potesse capire tutto di me senza chiedermi niente; perché non c’era più niente da capire a parte che iniziavo a bramare tutto di lei.

    RECENSIONE:

    Pregiudizi. Spesso ne siamo accecati, non vediamo oltre, o forse non vogliamo. La prima impressione è un parere da cui è difficile dissociarsi, difficile da scrollarsi di dosso. Ma spesso, la prima impressione non è sempre quella giusta, quella veritiera. Clotilde e Josh, sanno cosa significa esser accecati dai pregiudizi, provandolo sulla loro pelle.

    Clotilde, una semplice ragazza di Roma, ha appena vinto il tanto desiderato bando Erasmus. Con la valigia stracolma, parte per Amsterdam, dove ad attenderla ci sarà la sua migliore amica, Mindy. Clotilde, però, non sa che nell’appartamento in cui dovrà vivere per i successivi 6 mesi, non sarà sola con Mindy, tutt’altro. Infatti, dovrà condividere l’appartamento con altre 3 persone: Heika, Jereon e Josh.

    Tra Josh e Clotilde, non ci saranno esclusioni di colpi. Per lui, lei è una Cenerentola viziata, di quelle che lui tanto odia. Per lei, lui è una Dongiovanni drogato, il prototipo di ragazzo da cui si tiene prontamente distante.

    Ecco, uno di quei libri che non si dimenticano, di quelli che porterai nel cuore per tutta la vita. Un romanzo contemporaneo, differente. Capace di toccare il cuore del lettore, e allo stesso tempo farlo riflettere. Un punto importante di questa storia, come vi ho accennato precedentemente, sono proprio i pregiudizi, a cui spesso facciamo affidamento per classificare una persona.

    Le emozioni sono alla base di questo romanzo, così nitide da poter essere percepite. Per questo, ho molto apprezzato la capacità dell’autrice nel descrivere anche i più piccoli particolari, senza rendere la lettura monotona. Sono persino quasi riuscita a vedere con i miei stessi occhi, i luoghi da lei descritti.

    La personalità dei protagonisti è stato uno dei tanti particolari che è riuscito a colpirmi. Anche in questo, ho percepito quanto questo libro sia stato ben elaborato, e quanto sia stata accurata la stesura.

    Inoltre, riusciamo a conoscere nel dettaglio entrambi i punti di vista dei personaggi, altro particolare che ha reso la lettura di questo romanzo ancor più emozionante.

    Nonostante l’elaborazione del libro, la lettura non risulterà “noiosa”. Come nel mio caso, dopo aver letto una pagina, sentivo la necessità di leggerne un’altra e così continuando, fino alle 5 del mattino. Un libro come pochi.

    Non so voi, ma io non vedo l’ora di leggere il prossimo libro della serie.


  • GIUDIZIO PERSONALE: ⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️/5
  • Recensione

    Recensione “Una perla in mezzo al mare” di Marco Castiglioni

    • Autore: Marco Castiglioni

    • Genere: Raccolta di poesie

    Prezzo di copertina: €5,20

    Pagine: 58

    • Lingua: Italiano

    Trama:

    Se il primo libro rappresentava un trampolino di lancio, con questo lo scrittore ha decisamente preso il volo. Un libro di poesie contemporaneo e valido per ogni lettore e per ogni età. Una perla in mezzo al mare, nelle sue mille sfaccettature, si presta ad essere uno strumento per analizzare la realtà e per farci “aprire gli occhi” su quello che ci circonda…

    Recensione:

    In questa raccolta di poesie, si riescono a riscontrare molte emozioni, che permettono al lettore di riflettere. Dalla sofferenza, alla felicità e vengo raccontate con uno stile scorrevole e leggero.

    Voto: 3,5/5🌟

    Recensione

    “La linea pura” di Emanuele Carraro

    • Autore: Emanuele Carraro

    Casa editrice: Independently Published

    • Genere: Fantasy

    Prezzo di copertina: €11,44

    Pagine: 166

    • Lingua: Italiano

    ISBN: 978-1731514660

    Trama: Raab è un ragazzo di 21 anni portato sull’orlo di un break-down mentale quando inizia a percepire una realtà parallela che sta per entrare in collisione con la sua. Loro malgrado, rimangono coinvolti in una situazione spinosa i suoi amici d’infanzia Marco e Anita, insieme alla nipote di un avvocato in depressione e un giornalista alle prese con un’indagine al limite del paranormale. Tutti loro esistono e si muovono in una realtà antica e molto diversa dalla Terra, inconsapevoli delle loro versioni parallele. La Linea Pura parla del legame tra questi mondi, parla di vita e di morte, di paralleli, versioni alternative di un unico Sé che si trovano ad affrontare emozioni, problemi e cambiamenti comuni con mezzi e prospettive diverse.

    Recensione: Questa storia narra delle vicende di un ragazzo di 21 anni di nome Raab e dei suoi due migliori amici: Marco e Anita.

    La narrazione viene incentrata principalmente sulla presunta possibilità di due mondi paralleli, che stanno per entrare in collisione tra loro. L’ipotesi dell’esistenza di due mondi paralleli, nascerà nel momento in cui i protagonisti (e non solo) saranno perseguitati da sogni e allucinazioni. La linea pura non è altro che il legame tra questi due mondi.

    Ho davvero apprezzato questa lettura, ma purtroppo non dall’inizio. Per poter riuscire a leggere e comprendere le emozioni, le vicende e i luoghi che tratta questo libro, ho dovuto attendere di arrivare circa a 2/4 del libro. Non è stata una lettura impegnativa, o pesante. Ma piuttosto piacevole. Solo inizialmente, ho dovuto concentrarmi maggiormente.

    Voto: 4/5🌟

    Recensione

    “Il portone” Premio La Quara 2018

    Casa editrice: Infinito Edizioni

    • Genere: Narrativa

    Prezzo di copertina: €9,90

    Prezzo E-book: €4,49

    Pagine: 112

    • Lingua: Italiano

    Trama: “Il Portone è lo specchio della nostra coscienza. Non importa se di legno leggero o pesante, se blindato, o se abbellito da preziosi intarsi floreali. La sostanza non cambia. Il Portone aperto è richiamo all’accoglienza, all’ospitalità: alla ‘filoxenia’, che è il patrimonio della Grecia, la mia seconda patria. Il Portone chiuso può essere sinonimo di riservatezza, di discrezione, di rispetto, ma può anche essere prova o testimonianza di egoismo, di rifiuto, di rigetto assai poco umano di qualsiasi forma di generosità e di dialogo. ‘Che gli altri stiano fuori. Penso soltanto a me stesso’. Ancor più grave è quando i Portoni crescono e diventano giganteschi, mostruosi e sinistri muri di cemento, spessi e altissimi, per scongiurare qualsiasi forma di contaminazione. Ci si rinchiude nel ghetto per paura degli altri. Ma i ghetti non hanno mai portato fortuna”. (Antonio Ferrari)

    Recensione: Quante volte nella vita ci è capitato di ritrovarci davanti a ostacoli? E ci siamo chiesti: “Perché a me?”

    In questa raccolta di narrativa, in una stile molto scorrevole, ritroviamo particolari momenti della vita in cui sentiamo il bisogno di sostenerci, per non crollare.

    Tutti noi, anche se in diversi modi, ci ritroviamo davanti a questo “portone”.

    Purtroppo, però, questo libro non è riuscito a “rapirmi”. Ciò non toglie, che è stata una piacevole lettura.

    Voto: 3,5/5🌟

    Recensione

    “Annegare” di Alessio Castiglione

    • Autore: Alessio Castiglione

    Casa editrice: Navarra Editore

    • Genere: Romanzo

    Prezzo di copertina: €10,00

    Pagine: 110

    • Lingua: Italiano

    ISBN: 978-88-98865-93-2

    Trama: Costanza aveva diciotto anni appena compiuti quando andò via di casa, quando credeva di potersi liberare dal dolore di sua madre, dalla mancanza del padre, dall’amore. A Costanza piace il mare, sempre, non solo d’estate, e le piace volare sopra i problemi. Le piace Francesco e le piace Erika. Fare sesso. Le piace la vita, viverla, libera, e non pensare a niente, non alla morte, non a Dio, né alla scuola, ai doveri, alle malattie. Ma tutto le crolla addosso quando di colpo viene schiacciata dal dubbio di essere stata contagiata dall’HIV. I dieci giorni di spasmodica attesa del risultato del test stravolgono tutto. La trasformano ora in vittima, ora in carnefice, in un crescendo che raggiunge una definita, consapevole disperazione, che sarà però anche occasione per tornare sui suoi passi, affrontare sospesi e scoprire che alcune certezze non esistono più.

    Recensione: 10 lunghi giorni. Ci vengono raccontati da Costanza, una ragazza appena maggiorenne, amante della vita. Che però verrà schiacciata dal dubbio di esser stata contagiata dall’HIV.

    Un tema molto delicato da trattare. In questo libro vengono raccontati i pensieri, le paure e le incertezze di chi si trova faccia a faccia con questa realtà. Leggendo questa storia, risulterà difficile riuscire ad essere solo degli spettatori.

    Voto: 3,5/5🌟